come-installare-wordpress-su-amazon-web-services

In questo tutorial ti mostreremo come installare WordPress su Amazon Web Services.

Spesso riservato a progetti più grandi, Amazon Web Services è una potente piattaforma di cloud computing che consente a chiunque di sfruttare la potenza dell’infrastruttura superiore di Amazon con pagamento in base al consumo.

Nota: se stai appena avviando un sito web, ti consigliamo di utilizzare una delle soluzioni più semplici dalla nostra guida su come installare WordPress.

Abbiamo diviso questo articolo su come installare WordPress su Amazon Web Services in due metodi. Il primo metodo è un processo manuale molto tecnico e complicato. Il secondo metodo è una soluzione più semplice per i principianti perché ti consente di utilizzare l’infrastruttura AWS passando attraverso una soluzione di hosting WordPress gestita preferita.

  1. Installare manualmente WordPress su AWS
  2. Installare WordPress su AWS tramite la soluzione di hosting gestito

Metodo 1. Installare manualmente WordPress su AWS

La prima cosa che devi fare per installare WordPress su Amazon Web Services è visitare il sito Web di Amazon Web Services. Puoi creare un account gratuito, ma dovrai inserire i dati della carta di credito. Amazon verificherà la tua identità inviando un addebito di $ 1 sulla tua carta.

Una volta verificato il tuo account, devi accedere alla tua console AWS e fare clic sul menu “Servizi“. Nella sezione di calcolo (Compute), è necessario selezionare EC2 per continuare.

EC2 è la piattaforma di cloud computing di AWS che ti consente di creare macchine virtuali (virtual machine) ed eseguire app web come WordPress.

Quindi, fai clic sul pulsante “Avvia istanza (Launch Instance)” per avviare e configurare le impostazioni dell’istanza.

Dovrai selezionare un’Amazon Machine Image. Si tratta di stack software preconfigurati che è possibile installare con un solo clic.

Sotto “AWS Marketplace” cerca WordPress, quindi seleziona “WordPress by Bitnami“.

Ora vedrai un popup dei prezzi in cui devi semplicemente fare clic sul pulsante continua.

Nella schermata successiva, ti verrà chiesto di scegliere un tipo di istanza. Puoi andare avanti e selezionare il livello gratuito td.micro, quindi fare clic sul pulsante “Configura i dettagli dell’istanza (Configure instance details)“.

Nella schermata successiva, non è necessario modificare nulla. Fare semplicemente clic su “Avanti: Aggiungi spazio di archiviazione (Next: Add Storage)” e quindi fare clic sui pulsanti “Avanti: Aggiungi tag (Next: Add Tags)“.

Ora inseriremo un nome per questa istanza come tag. Fare clic sul pulsante Aggiungi tag e immettere “Nome (Name)” come chiave e “MyWordPress” come valore.

Fare clic sul pulsante “Rivedi e avvia (Review and Launch)” per continuare.

Ti verrà ora presentata una panoramica della configurazione dell’istanza EC2. Fare clic sul pulsante “Avvia (Launch)” per avviare l’istanza.

Successivamente, ti verrà chiesto di selezionare la coppia di chiavi. È necessario selezionare “Procedi senza una coppia di chiavi (Proceed without a key pair)” e quindi selezionare la casella sottostante.

Successivamente, fai clic sul pulsante di avvio delle istanze per memorizzare le impostazioni e avviare l’istanza EC2.

AWS ora mostrerà un messaggio di successo. Fare clic sul pulsante “Visualizza istanze (View Instances)” nell’angolo inferiore destro dello schermo.

Ora sarai in grado di vedere la tua istanza di WordPress in esecuzione.

Per testare il tuo sito WordPress, devi individuare il suo indirizzo IP pubblico. Puoi trovarlo nella colonna IP pubblico IPV4 accanto alla tua istanza.

È ora possibile copiare questo indirizzo IP e inserirlo nella barra degli indirizzi di una nuova scheda del browser per visualizzare il sito Web. Sarai in grado di vedere il tuo sito WordPress con il tema predefinito.

Per visitare la tua area di amministrazione di WordPress, aggiungi semplicemente / wp-admin / accanto all’indirizzo IP pubblico del tuo sito, in questo modo:

http://18.191.114.246/wp-admin

Ora vedrai la pagina di accesso predefinita di WordPress.

Tuttavia, sarà necessario conoscere il nome utente e la password per accedere all’area di amministrazione.

Puoi ottenerlo tornando alla tua console EC2 e facendo clic sul pulsante “Azioni (Actions)“, quindi seleziona Impostazioni istanza(Instance Settings) »Ottieni registro di sistema (Get System Log).

Questo farà apparire un file di registro in una finestra popup con molto testo. Dovrai scorrere verso il basso e troverai una riga con “Impostazione della password utente Bitnami su (Setting Bitnami user password to)” circondata da segni ##. Vedrai anche il nome utente predefinito impostato dall’app.

Ora puoi copiare il nome utente / password e inserirli nella schermata di accesso del tuo sito WordPress.

Congratulazioni, hai installato correttamente WordPress su Amazon Web Services. Tuttavia, il tuo sito web è ancora accessibile solo utilizzando l’indirizzo IP.

Se desideri puntare un nome di dominio alla tua installazione di AWS WordPress, dovrai connettere il tuo nome di dominio ai server DNS di AWS.

Consulta la nostra lista dei migliori registrar di domini in cui comprare il tuo dominio.

Dopo aver registrato il tuo nome di dominio, sei pronto per aggiungerlo alla tua istanza AWS.

Aggiungere un nome di dominio al tuo sito WordPress su Amazon Web Services

Per prima cosa, vai alla dashboard delle istanze EC2 e quindi dalla colonna di sinistra fai clic su “IPS elastico” nella sezione “Rete e sicurezza (Network e security)“.

Quindi, fare clic sul pulsante “Assegna nuovo indirizzo (Allocate new address)” per continuare.

Ti verrà chiesto come desideri utilizzare l’indirizzo IP. Basta fare clic sul pulsante Assegna (Allocate) per continuare.

AWS ora creerà un nuovo IP elastico per la tua istanza EC2 di WordPress. Vedrai il tuo indirizzo IP elencato in una tabella. Seleziona semplicemente la riga dell’indirizzo IP, quindi seleziona “Associa indirizzo(Associate Address)” sotto il pulsante “Azioni“.

Nella schermata successiva, seleziona la tua istanza di WordPress dal menu a discesa e fai clic sul pulsante Associa.

Ora vedrai il tuo IP elastico elencato nella tabella. Vai avanti e copia l’indirizzo IP e incollalo in un editor di testo come Blocco note. Ne avremo bisogno nel passaggio successivo.

Successivamente, è necessario fare clic sul menu “Servizi” in alto e cercare “Route53“. Questo è il servizio di gestione DNS dei servizi web di Amazon che ti consente di instradare il traffico alla tua istanza EC2.

Nella pagina successiva, fai clic sul pulsante “Inizia ora (Get started now)” nella sezione Gestione DNS (DNS Management).

Questo ti porterà alla sezione Hosted zones. Vai avanti e fai clic sul pulsante “Crea zona ospitata (Create Hosted Zone)“.

Successivamente, devi aggiungere il tuo nome di dominio e fare clic sul pulsante crea per aggiungerlo a una zona ospitata (hosted zone).

Dopo aver aggiunto il tuo dominio a una hosted zone, fai clic sul pulsante “Crea record set“. Ora devi inserire www accanto al campo “Nome (Name)“. Inserisci l’IP elastico che hai copiato in precedenza nel campo “Valore (Value)“, quindi fai clic sul pulsante Crea.

Il record A verrà ora aggiunto alla tua zona ospitata insieme al tuo nome di dominio. Dalla colonna di sinistra, è necessario copiare le righe sotto il campo NS. Questi sono gli indirizzi dei nameserver di cui avrai bisogno nel passaggio successivo.

Ora è necessario accedere al sito Web del registrar del nome di dominio e modificare le impostazioni del nome di dominio. Gli screenshot seguenti possono variare dal tuo provider, ma le istruzioni di base sono simili per ogni provider.

Nelle impostazioni dei nameserver DNS del tuo dominio, inserisci gli indirizzi dei nameserver che hai copiato in precedenza.

Non dimenticare di salvare le modifiche. Ora puoi visitare il nome di dominio che hai aggiunto e ti porterà al tuo sito WordPress su Amazon Web Services.

Nota: l’applicazione delle modifiche al DNS potrebbe richiedere del tempo da parte del provider quindi dovrai aspettare un  pò di tempo per poter visitare il tuo dominio.

Metodo 2. Utilizzo di Amazon Web Services tramite hosting WordPress gestito

Come avrai notato, configurare un’installazione personalizzata di WordPress sui servizi web di Amazon è un processo molto tecnico e complicato.

L’infrastruttura di cloud computing fornita da Amazon Web Services è una soluzione con pagamento in base al consumo. Ciò significa che i picchi di traffico aumenteranno in modo significativo la bolletta dell’hosting. Per non parlare del fatto che sarai comunque responsabile della gestione dei tuoi servizi, che è solo un lavoro extra.

Un modo più semplice per utilizzare WordPress su Amazon Web Services senza problemi è utilizzare un provider di hosting WordPress gestito.

Si consiglia di utilizzare WP Engine. Gestiscono parte della loro piattaforma di hosting sull’infrastruttura AWS e non devi preoccuparti di picchi di traffico, gestione del server o manutenzione di WordPress.

E’ tutto! Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a imparare come installare WordPress su Amazon Web Services. Potresti anche consultare la nostra guida definitiva per migliorare la velocità e le prestazioni di WordPress con istruzioni passo passo.

Dichiarazione sulla trasparenza: il contenuto di B-Fast è supportato dal lettore, il che significa che se fai clic su alcuni dei collegamenti in questo post, potremmo guadagnare una piccola tassa di riferimento. Tieni presente che raccomandiamo solo prodotti che utilizziamo noi stessi e / o che riteniamo possano aggiungere valore ai nostri lettori.

Related Posts