In questa guida ti spiegheremo come prevenire lo spam di iscrizione alla newsletter in WordPress e mantenere la tua mailing list sana e libera da spam.

A volte i bot spam compilano i moduli di iscrizione alla newsletter e aggiungono indirizzi e-mail fittizi alla tua lista e-mail. Questo ti costa denaro e i fornitori di servizi di posta elettronica possono contrassegnare le tue e-mail come spam.

Che cos’è lo spam di iscrizione alla newsletter e perché prevenirlo?

Lo spam di iscrizione alla newsletter si verifica quando un bot compila un modulo e si unisce alla tua lista di posta elettronica.

Succede perché alcuni spambot compilano semplicemente tutti i moduli in cui si imbattono. Sperano di ricevere un messaggio da te.

Sebbene lo spam di iscrizione alla newsletter possa essere meno evidente dello spam nei commenti e nello spam dei moduli di contatto, può comunque causare problemi.

Quasi tutti i servizi di email marketing ti fanno pagare in base al numero di abbonati che hai nel tuo elenco. Ciò significa che puoi finire per pagare per abbonati che sono solo robot, il che è uno spreco di denaro.

Inoltre, se invii e-mail a indirizzi e-mail bot che non esistono, questo può potenzialmente danneggiare la reputazione del mittente.

Esistono diversi modi per prevenire lo spam di iscrizione alla newsletter in WordPress e in questo articolo tratteremo tutti i metodi migliori:

Usare Double Optin per prevenire lo spam di iscrizione alla newsletter

Il doppio optin, a volte chiamato optin confermato, è utile in diversi modi. Significa che le persone devono confermare di voler ricevere le tue e-mail.

Quando un utente si registra per la prima volta, riceve un’e-mail speciale con un pulsante o un collegamento su cui fare clic. Se non fanno clic su questo pulsante, non riceveranno ulteriori e-mail. Ecco un esempio dalla mailing list di Elegant Themes:

Questo metodo impedisce a molti spambot di diventare membri a pieno titolo del tuo elenco. Non verranno conteggiati nel totale degli abbonati che il tuo servizio di email marketing ti addebita.

Double optin ha anche una serie di altri vantaggi:

  • Invierai email solo alle persone che vogliono veramente essere nella tua lista.
  • Non invierai email a indirizzi che non esistono. Questo può accadere se qualcuno digita erroneamente il proprio indirizzo e-mail durante la registrazione.
  • Le tue email avranno maggiori probabilità di arrivare. Alcuni provider di posta richiedono il doppio optin per recapitare le e-mail.

Tutti i più affidabili servizi di email marketing offrono il doppio optin. Spesso viene abilitato per impostazione predefinita.

Sfortunatamente, alcuni spambot sono abbastanza intelligenti da poter fare clic sui collegamenti e-mail e confermare la loro appartenenza alla tua lista. In questo caso, puoi provare alcuni di questi altri metodi per prevenire lo spam di iscrizione alla newsletter in WordPress e impedire loro di iscriversi alla tua mailing list.

Utilizzare reCAPTCHA nel modulo di iscrizione alla newsletter

L’utilizzo di reCAPTCHA è un ottimo modo per impedire agli spambot di completare il modulo e di entrare nella tua lista.

Ti mostreremo come utilizzare reCAPTCHA con 2 strumenti popolari, OptinMonster e WPForms.

Inserire reCAPTCHA con OptinMonster per prevenire lo spam di iscrizione e-mail

OptinMonster è un popolare strumento di generazione di lead che puoi utilizzare sul tuo sito WordPress. Ti consente di creare una vasta gamma di moduli di iscrizione e-mail, inclusi popup, moduli a scorrimento, moduli in linea, barre adesive e altro ancora.

Puoi facilmente aggiungere un reCAPTCHA ai tuoi moduli OptinMonster (optins).

Per fare ciò, devi andare alla pagina di configurazione di reCAPTCHA di Google.

Nella pagina Google reCAPTCHA, fai clic sul pulsante blu “Console di amministrazione” in alto a destra.

Se non hai già effettuato l’accesso al tuo account G Suite, ti verrà chiesto di accedere o di creare un account.

Successivamente, vedrai una schermata in cui puoi registrare il tuo sito. Devi iniziare digitando un’etichetta per il tuo sito. Questo è per tuo riferimento e non sarà visibile agli utenti.

Successivamente è necessario selezionare “reCaptcha v2” e l’opzione della casella di controllo “Non sono un robot“.

Quindi, inserisci il nome di dominio del tuo sito web.

Il tuo indirizzo email sarà già presente da quando hai effettuato l’accesso al tuo account Google. Tuttavia, puoi inserire indirizzi email aggiuntivi, se lo desideri.

Successivamente, è necessario selezionare la casella per accettare i termini di servizio e fare clic sul pulsante “Invia” nella parte inferiore della pagina.

Successivamente, vedrai una pagina con una chiave del sito (Site Key) e una chiave segreta (Secret Key) per il tuo sito web.

È facile integrare OptinMonster con Google reCAPTCHA. Accedi semplicemente al tuo account OptinMonster, fai clic sul nome del tuo profilo e quindi fai clic sul collegamento “Siti” nel menu a discesa:

Qui, devi solo trovare il tuo sito Web nell’elenco e fare clic sul collegamento “Modifica (Edit)” accanto ad esso.

Ora vai avanti e scorri verso il basso fino ai campi di Google reCAPTCHA. Copia la tua chiave del sito e la chiave segreta dal tuo account Google reCAPTCHA qui:

È tutto ciò che devi fare. Tutti i moduli di iscrizione all’e-mail che creerai con OptinMonster per quel sito Web saranno ora automaticamente protetti dallo spam.

Utilizzo di reCAPTCHA con WPForms per prevenire lo spam di iscrizione e-mail

Se stai utilizzando WPForms per il modulo di iscrizione alla newsletter, è facile utilizzare reCAPTCHA per impedire ai bot di unirsi al tuo elenco.

Innanzitutto, è necessario abilitare reCAPTCHA in WPForms »Impostazioni (Settings). Per fare ciò, hai bisogno di una chiave del sito e di una chiave segreta di Google. Segui le nostre istruzioni poco più in alto per iscriverti a Google reCaptcha.

Dopo aver abilitato reCAPTCHA, vai avanti e modifica il modulo di iscrizione alla newsletter. Devi solo fare clic sul campo reCAPTCHA sul lato sinistro:

Quindi, vedrai un messaggio che ti informa che reCAPTCHA è stato abilitato per il tuo modulo. Non dimenticare di salvare le modifiche al modulo.

Il tuo modulo ora avrà il logo reCAPTCHA su di esso, mostrando che reCAPTCHA è attivo.

La maggior parte degli utenti non noterà nemmeno reCAPTCHA, se usi la versione invisibile. Gli verrà richiesto di completare un test reCAPTCHA solo se Google pensa che potrebbero essere un bot.

Utilizzare Smart Lead Verification di DataValidation

DataValidation offre un servizio di verifica e-mail che controlla gli indirizzi e-mail nel tuo elenco. È possibile utilizzarlo per rimuovere i duplicati, filtrare gli indirizzi e-mail temporanei e usa e getta e verificare se gli indirizzi e-mail sono attivi.

Riceverai un rapporto sulla qualità gratuito per tutti gli elenchi che carichi o importi nell’app DataValidation:

Puoi quindi pagare per scaricare o esportare solo gli indirizzi email di alta qualità. Ciò ti consente di rimuovere facilmente e rapidamente eventuali spam dal tuo elenco.

Controllare la tua mailing list per indirizzi e-mail o attività sospetti

Se non desideri pagare per utilizzare un servizio di verifica intelligente dei lead, puoi rimuovere manualmente gli indirizzi e-mail sospetti dal tuo elenco di newsletter.

Non esiste un modo perfetto per identificare gli spambot, ma uno dei seguenti indicatori può essere un buon indizio:

  • Hanno un indirizzo e-mail dall’aspetto insolito, forse con molti numeri o più punti.
  • Aprono il 100% delle tue e-mail e fanno clic su ogni collegamento. Anche se questo potrebbe essere un abbonato molto coinvolto, è molto probabile che sia un bot.
  • Non hanno mai aperto una tua email da molto tempo.

Dopo aver trovato indirizzi e-mail sospetti nel tuo elenco, puoi semplicemente eliminare questi iscritti.

Cosa succede se non sei sicuro che alcuni abbonati siano persone reali o bot? Potresti taggarli, ossia fare una lista con quelli di cui sei incerto, e poi inviarli una email. Chiedi loro di rispondere se vogliono rimanere nella tua lista. Quindi, vai avanti ed elimina chiunque non risponda.

Gli abbonati spambot alla newsletter via e-mail possono essere costosi e irritanti. Assicurati di utilizzare almeno uno dei metodi sopra indicati per mantenere la tua lista di posta elettronica sana e priva di bot.

E’ tutto! Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a imparare come prevenire lo spam di iscrizione alla newsletter in WordPress.

Dichiarazione sulla trasparenza: il contenuto di B-Fast è supportato dal lettore, il che significa che se fai clic su alcuni dei collegamenti in questo post, potremmo guadagnare una piccola tassa di riferimento. Tieni presente che raccomandiamo solo prodotti che utilizziamo noi stessi e / o che riteniamo possano aggiungere valore ai nostri lettori.

Related Posts