migliorare-user-experience-ux-per-siti-web

Condividi questo contenuto!

In questa guida ti spiegheremo come fare un backup WordPress del tuo sito e come ripristinare un backup facilmente.

I backup sono il primo livello di sicurezza per qualsiasi sito WordPress. Oltre ad avere backup automatici, è anche necessario disporre di un modo semplice per ripristinare il backup, se necessario.

Perché hai bisogno di una soluzione di backup e ripristino per WordPress?

La ricerca mostra che la perdita di dati e il tempo di inattività costano 1,7 trilioni di dollari all’anno per l’economia globale.

Tutti i siti Web su Internet sono vulnerabili alla perdita di dati e alle minacce alla sicurezza. In qualità di proprietario di un sito web, questi sono alcuni scenari comuni in cui potresti perdere i tuoi dati:

  • Il tuo sito web può essere violato e gli hacker potrebbero distruggere i tuoi dati.
  • Il tuo provider di hosting può perdere i tuoi dati
  • Il tuo host si riserva il diritto di chiudere il tuo account e cancellare tutti i tuoi dati.

Ci sono molti altri scenari in cui potresti finire per perdere il tuo sito web e tutti i dati preziosi creati nel corso degli anni.

Il modo migliore per proteggerti da queste minacce è eseguire regolarmente il backup del tuo sito WordPress.

WordPress non viene fornito con una soluzione di backup integrata. Tuttavia, ci sono diversi ottimi plugin di backup di WordPress che ti consentono di eseguire automaticamente il backup e il ripristino del tuo sito WordPress.

UpdraftPlus è uno dei migliori plugin di backup di WordPress. Ti consente di impostare programmi di backup automatici. Ti aiuterà anche a ripristinare il tuo sito WordPress nel caso in cui accada qualcosa di brutto.

Detto questo, diamo un’occhiata a come fare il backup e il ripristino del tuo sito WordPress attraverso vari metodi.

Come fare il backup di WordPress con UpdraftPlus

Eseguire il backup per un sito WordPress, sia dei file che del database, dovrebbe essere una delle prime regole da seguire e da non dimenticarsi mai.

Updraft Plus Backup e Restore è un plugin per fare i backup dei siti WordPress. Il plugin permette di:

  • fare il backup dei files
  • fare il backup dei database
  • schedulare i backup
  • scegliere dove scrivere i backup tra diverse possibilità
  • ripristinare il sito utilizzando il backup

Installa e attiva il plugin Updraft Plus Backup e Restore. Se non sai come fare, consulta la nostra guida su come installare un plugin.

Dopo l’attivazione, è necessario visitare la pagina Impostazioni »UpdraftPlus Backups per configurare le impostazioni del plug-in.

Ora devi fare clic sulla scheda delle impostazioni (Settings).

Qui è dove imposterai una pianificazione automatica del backup e una posizione remota per archiviare i tuoi backup.

Per prima cosa devi scegliere una pianificazione di backup per i tuoi file. I file includono temi, plug-in, immagini e altri caricamenti di WordPress.

Successivamente è necessario selezionare una pianificazione di backup per il database di WordPress. WordPress è un software basato su database. Tutti i tuoi post e pagine, commenti, impostazioni del sito web, vengono memorizzati nel database.

La pianificazione del backup dovrebbe essere basata sulla frequenza con cui aggiungi nuovi contenuti al tuo sito web.

Ad esempio, se aggiungi due post di blog ogni settimana, puoi selezionare un backup quindicinale dei file e un backup settimanale del database.

Successivamente, è necessario scegliere dove archiviare i file di backup.

È una cattiva idea salvare i backup nella stessa posizione del tuo sito web. Perdere il tuo sito web significa perdere anche l’accesso ai tuoi file di backup.

Questo è il motivo per cui è necessario scegliere un servizio di archiviazione cloud remoto per archiviare i backup.

UpdraftPlus ti consente di salvare i tuoi backup su diversi servizi di cloud storage tra cui Dropbox, Google Drive, Microsoft OneDrive e molti altri. Puoi anche inviare i tuoi backup a un indirizzo email.

Fai semplicemente clic su un servizio remoto per selezionarlo e vedrai le istruzioni di configurazione di seguito.

Per questo tutorial, ti mostreremo come utilizzare Dropbox come servizio di archiviazione di backup remoto con UpdraftPlus.

Andremo avanti e faremo clic su Dropbox per selezionarlo, quindi scorrere verso il basso fino alla fine della pagina e fare clic sul pulsante Salva modifiche.

UpdraftPlus salverà le tue impostazioni. Tuttavia, devi comunque concedere ad UpdraftPlus l’accesso al tuo account Dropbox.

Scorri verso il basso fino alle istruzioni per la configurazione dell’archiviazione remota e fai clic sul link accanto all’opzione “Autentica con Dropbox“.

Il collegamento ti porterà al sito Web di Dropbox dove ti verrà chiesto di accedere utilizzando l’email e la password di Dropbox.

Dopo il login, ti verrà chiesto se desideri consentire ad UpdraftPlus di accedere al tuo account Dropbox.

UpdraftPlus avrà solo il permesso di accedere alla propria cartella nella cartella “Apps» UpdraftPlus“. Fare clic sul pulsante “Consenti” per continuare.

Verrai reindirizzato al sito web di UpdraftPlus dove dovrai fare clic sul pulsante “Completa configurazione” per completare la configurazione.

Ora verrai reindirizzato al tuo sito WordPress e vedrai di nuovo la pagina delle impostazioni di UpdraftPlus. Scorri fino in fondo alla pagina e fai clic sul pulsante Salva modifiche.

Ora hai impostato la pianificazione del backup e la posizione remota per archiviare i backup.

Creazione di backup manuali di WordPress con UpdraftPlus

UpdraftPlus può creare automaticamente backup in base alla pianificazione selezionata in precedenza. Tuttavia, puoi anche creare manualmente i backup ogni volta che vuoi.

Per prima cosa devi visitare Impostazioni »UpdraftPlus Backups e fare clic sul pulsante “Esegui backup adesso (Backup Now)“.

Verrà visualizzato un pop-up con le opzioni per selezionare file / backup del database e se si desidera inviare il backup all’archivio remoto.

Fare clic sul pulsante “Esegui backup adesso (Backup now)” per continuare.

UpdraftPlus inizierà ora a creare il backup dei file e del database. Potrai vedere i progressi nella pagina delle impostazioni.

Il processo potrebbe richiedere del tempo a seconda delle dimensioni del tuo sito web.

UpdraftPlus inizierà anche a caricare i file di backup nella posizione remota.

Ripristino del backup di WordPress con UpdraftPlus

Creare backup in WordPress con UpdraftPlus è facile, ma la parte veramente utile dei backup è la possibilità di ripristinarli con la stessa facilità.

UpdraftPlus semplifica il ripristino del tuo sito WordPress da un backup.

Se il tuo sito WordPress è stato violato o desideri ricominciare da capo, prima dovrai eliminare tutto e installare WordPress di nuovo.

Successivamente, dovrai installare e attivare nuovamente il plug-in UpdraftPlus sul tuo nuovo sito WordPress.

Dopo l’attivazione, è necessario visitare la pagina Impostazioni »UpdraftPlus Backups e fare clic sul pulsante Ripristina (Restore).

Questo ti porterà alla pagina dei backup. UpdraftPlus eseguirà la scansione del server per vedere se riesce a trovare un backup esistente nella cartella / wp-content / updraft / sul tuo sito web.

Tuttavia, poiché hai eliminato tutto dal tuo sito Web, non sarà in grado di trovare i file di backup.

Se hai salvato i file di backup sul tuo computer, puoi fare clic sul link “Carica file di backup (Upload backup files)” per caricarli e ripristinarli manualmente.

Puoi anche connettere UpdraftPlus a una posizione remota (Dropbox, Google Drive, ecc.). In questo modo UpdraftPlus sarà in grado di scansionare la posizione remota e utilizzare i backup archiviati in precedenza lì.

Fare clic sulla scheda Impostazioni e quindi scegliere la posizione remota utilizzata in precedenza per archiviare i backup.

Segui le istruzioni per autenticare il tuo sito web con il servizio di archiviazione remota.

Non dimenticare di fare clic sul pulsante “Salva modifiche” nella parte inferiore della pagina per ripristinare le impostazioni.

Ora puoi tornare alla scheda “Backup esistenti (Existing Backups)” e fare clic sul link “Riesegui scansione posizione remota Rescan remote storage)“.

UpdraftPlus cercherà ora i backup nella posizione di archiviazione remota e li visualizzerà di seguito.

È ora possibile fare clic sul pulsante di ripristino accanto a un backup.

UpdraftPlus ti chiederà ora cosa desideri ripristinare. È necessario selezionare tutte le opzioni e quindi fare clic sul pulsante “Ripristina (Restore)“.

UpdraftPlus ora recupererà i file di backup dalla posizione remota e inizierà a ripristinare il tuo sito dal backup.

Come fare un backup WordPress in tempo reale con BackupBuddy

Un altro modo per creare copie in automatico del tuo sito è fare un backup WordPress con BackupBuddy.

Installazione di BackupBuddy

BackupBuddy è un plugin di backup WordPress a pagamento, quindi per prima cosa dovrai acquistare il plugin BackupBuddy. Il prezzo parte da $80 e ti dà accesso a 1 anno di aggiornamenti e supporto per plug-in, 1 GB di spazio di archiviazione cloud su Stash, Stash live e puoi usarlo su 2 siti.

Dopo aver acquistato il plug-in, è necessario scaricarlo sul computer.

Successivamente, è necessario installare e attivare il plug-in BackupBuddy. Se non sai come fare, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin per WordPress.

Dopo l’attivazione, dovrai aggiungere la tua licenza BackupBuddy prima di poter ottenere aggiornamenti automatici alle ultime versioni. Il plug-in ti mostrerà un collegamento alla pagina delle licenze.

Puoi anche visitare la pagina facendo clic su Impostazioni »Licenze iThemes .

Basta inserire il nome utente e la password di iThemes e fare clic sul pulsante di licenza dei prodotti per continuare. Dopo aver verificato con successo, la tua licenza sarà attivata.

Configurazione di backup in tempo reale con BackupBuddy e Stash Live

Il tuo plugin BackupBuddy ti dà accesso a Stash Live. È il sistema di archiviazione di backup in tempo reale di BackupBuddy.

Con i backup in tempo reale, le modifiche ai tuoi post, pagine, media, temi e plug-in di WordPress verranno automaticamente archiviate nel tuo archivio live cloud Stash.

Ciò garantisce di avere sempre il backup più recente e aggiornato del tuo sito. Stash Live semplifica anche il ripristino del tuo sito web con un solo clic.

Basta visitare la pagina BackupBuddy »Stash Live nell’area di amministrazione di WordPress e inserire il nome utente e la password del tuo account iThemes (cioè quello che crei quando acquisti il plugin BackupBuddy).

È inoltre necessario fornire un indirizzo e-mail a cui si desidera ricevere le nuove notifiche di backup. Queste e-mail conterranno un collegamento ai download zip.

Fare clic sul pulsante “Salva impostazioni e avvia backup (Save settings & start backup)” per continuare.

BackupBuddy inizierà ora a fare il tuo primo backup WordPress e a caricarlo sul tuo account Stash. Sarai in grado di vedere l’avanzamento del backup sullo schermo.

Poiché questo è il tuo primo backup live di Stash, BackupBuddy creerà e caricherà il backup completo. Questo può richiedere da pochi minuti a poche ore, a seconda di quanti dati hai sul tuo sito.

Uscire dalla schermata di avanzamento non interromperà il backup. Puoi fare altre cose sul tuo sito WordPress e il backup continuerà a essere eseguito in background.

Al termine, riceverai una notifica via email. Vedrai anche i file di backup come istantanee (snapshots) nella pagina Stash Live.

Puoi lasciare quelle istantanee su Stash Live. Puoi anche scaricare queste istantanee sul tuo computer o spostarle sul tuo server con un clic in qualsiasi momento.

Configurazione di backup pianificati con BackupBuddy

Stash Live ti consente di avere i backup più aggiornati del tuo sito WordPress con backup in tempo reale.

Tuttavia, se non desideri utilizzare Stash live, ci sono molti altri modi per fare il backup di WordPress con BackupBuddy.

Visita semplicemente BackupBuddy » backup per creare e configurare i backup per il tuo sito.

Per prima cosa devi fornire un indirizzo email. È qui che BackupBuddy ti invierà notifiche e-mail ed e-mail di backup.

Successivamente è necessario fornire una password. Questa password verrà utilizzata se / quando sposterai il ​​tuo sito WordPress su un nuovo server o host utilizzando BackupBuddy.

Dopo aver impostato la password, è necessario scegliere dove inviare i backup.

Sono disponibili numerose opzioni. Puoi archiviare i tuoi backup di WordPress in Dropbox, Google Drive, Amazon S3, Archiviazione Stash e altre opzioni.

Infine, devi selezionare la frequenza con cui desideri creare i backup. È possibile creare backup manuali su richiesta o selezionare un’opzione di backup completo mensile o settimanale con backup giornalieri del database.

Fare clic sul pulsante Salva impostazioni per continuare.

BackupBuddy ora ti mostrerà la pagina dei profili di backup. È possibile fare clic su Database o sui profili di backup completo per creare il primo backup.

Poiché, se stai seguendo questa guida, non hai mai creato backup prima, ti consigliamo di fare clic sul profilo di backup completo.

Assicurati di selezionare la casella accanto all’opzione “Invia a destinazione remota come parte del processo di backup (Send to remote destination as part of backup process)” . Verrà visualizzato un popup da cui è possibile selezionare una delle destinazioni aggiunte in precedenza.

BackupBuddy inizierà a creare i tuoi file di backup. Potrai vedere lo stato di avanzamento del backup. Al termine, vedrai un messaggio di successo.

Ora puoi controllare la destinazione remota scelta per assicurarti che il backup sia stato trasferito correttamente.

Ripristino di un backup di WordPress con BackupBuddy

BackupBuddy non solo ti semplifica il fare backup WordPress, ma ti consente anche di ripristinare il tuo sito dai backup altrettanto facilmente.

Vai semplicemente alla pagina BackupBuddy »Restore / Migrate e scorri verso il basso fino alla sezione del backup. Lì vedrai il collegamento per sfogliare o ripristinare i file e il rollback del database.

Per un ripristino completo, dovrai scaricare e caricare il file importbuddy.php sul tuo server. Consulta le istruzioni dettagliate nella nostra guida su come ripristinare WordPress da un backup.

Come creare un backup sul tuo sito WordPress con BackWPup

BackWPup è un plugin backup WordPress gratuito. Vediamo come usarlo per fare un backup del tuo sito WordPress.

Nota importante: per ripristinare le copie di backup ottenute tramite questo plugin dovrai usare il metodo manuale di ripristino dei file tramite FTP e ripristino manuale del database.

La prima cosa che devi fare è installare e attivare il plugin BackWPup. Dopo l’attivazione, il plugin mostrerà una pagina di benvenuto. Aggiungerà anche una voce di menu BackWPup nella barra laterale dell’amministratore di WordPress.

Fai clic su Aggiungi nuovo lavoro (Add new job) per creare un processo di backup automatico per il tuo sito Web WordPress.

Nella scheda Generale, fornire un nome per questo job. Questo nome verrà utilizzato internamente e ti aiuterà a identificare ogni istanza di backup.

Nella sezione Attività Job (Job Tasks) , seleziona il tipo di attività che desideri venga eseguita. Le attività disponibili includono il backup del database, il backup dei file, l’esportazione XML di WordPress, l’elenco dei plug-in installati, l’ottimizzazione delle tabelle del database e il controllo delle tabelle del database. Se vuoi solo creare un backup del tuo sito web, puoi selezionare tutte le opzioni tranne l’ottimizzazione e il controllo delle tabelle del database.

Nella sezione di creazione del file di backup, scegli un tipo di archivio. L’opzione predefinita è tar.gz, tuttavia puoi scegliere l’archivio zip se lo desideri. Sotto questo, vedrai la sezione Destinazione lavoro (Job Destination). Qui è dove verranno archiviati i backup. BackWPup fornisce più opzioni per archiviare i file di backup. Può archiviare il file di backup sul tuo server, inviarlo tramite e-mail, backup su FTP, backup su Dropbox, amazon S3, Windows Azure, Rackspace e Sugarsync. Qualunque cosa tu faccia, NON archiviare i backup sul tuo server. Per questo tutorial utilizzeremo DropBox come spazio di archiviazione del backup del sito.

Pianificazione del backup automatizzato in WordPress utilizzando BackWPup

Fare clic sulla scheda Pianificazione e scegliere la frequenza con cui si desidera eseguire il backup del sito.

Puoi programmarlo per l’esecuzione mensile, settimanale o giornaliera scegliendo l’opzione WordPress Cron. In alternativa, puoi scegliere di eseguire manualmente il job, in modo da poter creare backup su richiesta del tuo sito. Per gli utenti di livello avanzato ci sono più scelte come utilizzare un URL per avviare il job esternamente utilizzando un altro software o avviare il job utilizzando WP-CLI, un’interfaccia a riga di comando per WordPress. Per gli utenti di livello principiante consigliamo vivamente di pianificare un backup giornaliero o settimanale scegliendo l’opzione WordPress Cron.

Successivamente, fare clic sulla scheda DB Backup per selezionare le tabelle che si desidera includere nel backup. A volte i plugin di WordPress creano le proprie tabelle nel tuo database, il più delle volte questi dati non sono cruciali e potresti non averne bisogno. Deselezionando queste tabelle ridurrà le dimensioni del backup. Tuttavia, se non sai cosa stai facendo, mantieni selezionate tutte le tabelle.

Nella scheda Files è possibile selezionare quali directory e file si desidera includere nel processo di backup. Ti consigliamo di non eseguire il backup dei file principali di WordPress. Invece, esegui solo il backup della cartella wp-content / uploads.

Deseleziona la cartella principale di backup (backup root folder).

Puoi escludere tutte le cartelle nella cartella wp-content che non desideri. Ad esempio, a volte i plugin creeranno le proprie directory all’interno della cartella wp-content per memorizzare i dati dei plugin. Puoi escludere queste cartelle se lo desideri. Se non sai cosa escludere selezionale tutte.

Salvataggio dei backup di WordPress su Dropbox

A seconda di cosa hai scelto come destinazione per il tuo backup, vedrai una scheda per esso. In questo tutorial ti mostreremo come caricare automaticamente il tuo backup di WordPress su Dropbox utilizzando il plugin BackupWP. Quindi fai clic sulla scheda Dropbox e quindi su Reauthenticate (full Dropbox).

Questo ti porterà al sito web di Dropbox dove ti verrà chiesto di fornire il tuo nome utente e password. Dopo aver effettuato l’accesso, DropBox chiederà la tua autorizzazione per concedere a BackWPup l’accesso al tuo account DropBox.

Dopodiché, il plugin si occuperà del resto.

Creazione di più processi di backup di WordPress utilizzando BackWPup

È possibile creare più processi di backup con BackWPup. Ad esempio, puoi creare un job pianificato da eseguire su base giornaliera o settimanale per eseguire il backup del database WordPress e un altro job da eseguire manualmente solo per il backup dei tuoi file WordPress. Puoi vedere tutti i job creati da te nella pagina BackWPup »Jobs. È possibile eseguire qualsiasi job di backup facendo clic sul collegamento Esegui ora (Run Now) sotto il job, anche per i job pianificati. Puoi anche modificare le impostazioni di un job o eliminarlo completamente.

Esecuzione di un processo di backup

Quando si esegue manualmente un processo di backup facendo clic sul collegamento Esegui ora (Run Now), BackWPup visualizzerà l’avanzamento del backup. Facendo clic su Visualizza registro di lavoro (Display working log), è possibile vedere cosa sta succedendo in background. Se per qualche motivo il processo di backup non riesce, questo registro visualizzerà anche il motivo. È inoltre possibile interrompere un job durante l’avanzamento facendo clic sul pulsante Annulla (Abort).

Risoluzione dei problemi relativi ai processi di backup di WordPress in BackWPup

L’esecuzione di un processo di backup può causare un carico aggiuntivo sul server di hosting. Ciò potrebbe causare job di backup non completati. Inoltre, sulla maggior parte dei servizi di hosting condiviso, esiste un limite alla quantità di tempo o memoria che uno script può consumare. Quando il tuo server arresta BackWPup per aver superato il limite di tempo o di memoria, attende 5 minuti e poi riprende il processo. In questo caso, il completamento di un processo di backup potrebbe richiedere del tempo.

La prima cosa da fare è aumentare il limite di memoria PHP, quindi andare su BackWPup »Impostazioni (Settings) e fare clic sulla scheda Jobs.

Aumenta il numero massimo di tentativi per fasi di job (Maximum numer of retries for job steps). Il valore predefinito è 3, puoi aumentarlo a 5 e vedere se funziona per te.

Successivamente scorri verso il basso fino all’opzione Riduci il carico del server (Reduce server load) e seleziona le opzioni di carico del server medio o minimo.

Nota: per ripristinare le copie di backup ottenute tramite questo plugin dovrai usare il metodo manuale di ripristino dei file tramite FTP e ripristino manuale del database.

Come eseguire manualmente un backup del database WordPress

La conoscenza del metodo manuale consente di creare rapidamente un backup del database ogni volta che ne hai bisogno. Vediamo quindi come eseguire manualmente un backup del database di WordPress.

Quando e perché eseguire manualmente un backup del database WordPress

Molti utenti perdono l’accesso alla loro area di amministrazione di WordPress dopo un tentativo di hacking o un errore di un plug-in. In questi casi, la maggior parte dei tutorial consiglia di creare un backup completo di WordPress prima che avvenga il problema.

Tuttavia, poiché non è possibile accedere all’area di amministrazione, sarebbe difficile per te utilizzare un plug-in per i backup per ripristinare il sito. È qui che è utile sapere come eseguire manualmente un backup del database di WordPress.

Un backup manuale del database è esattamente lo stesso dei backup del database creati da un plug-in.

Detto questo, diamo un’occhiata a come eseguire facilmente un backup del database di WordPress manualmente.

Backup manuale del database di WordPress utilizzando phpMyAdmin

Per questo metodo useremo PhpMyAdmin. È un software open source che ti consente di gestire il tuo database MySQL utilizzando un’interfaccia basata sul web. Viene preinstallato sulla maggior parte dei provider di hosting WordPress.

Per prima cosa devi accedere al tuo pannello di controllo di hosting WordPress. All’accesso, fai clic su phpMyAdmin nella sezione database.

Questo avvierà la finestra phpMyAdmin. Assicurati che il tuo database WordPress sia selezionato all’interno di phpMyAdmin. In caso contrario, fai clic sul nome del tuo database WordPress per selezionarlo. Sarai in grado di vedere l’elenco delle tabelle del database di WordPress quando viene selezionato.

Una volta selezionato il database, fare clic sul collegamento Esporta dalla barra dei menu in alto.

Ti verrà chiesto di selezionare il metodo di esportazione. Devi selezionare personalizzato (custom) in quanto ti darà più opzioni da esplorare.

Fare clic su personalizzato rivelerà più opzioni. Per prima cosa mostrerà tutte le tue tabelle nel tuo database WordPress come selezionate.

A volte i plugin di WordPress aggiungono le proprie tabelle al database. Se ci sono tabelle che desideri escludere dall’esportazione, puoi deselezionarle. Se non sei sicuro, è meglio tenerli tutti selezionati.

Scorri verso il basso fino alla sezione output. Per impostazione predefinita, phpMyAdmin ti mostrerà l’output del processo di esportazione come testo. È necessario modificarlo selezionando l’opzione “Salva output in un file“. Per la compressione è necessario selezionare l’opzione zippata o gzip.

Ora è necessario scorrere fino alla fine della pagina e fare clic sul pulsante “Vai (Go)“.

PhpMyAdmin ora ti invierà l’esportazione del database come file zip o gzip.

Questo è tutto, hai eseguito con successo un backup del database WordPress manualmente.

Creazione di un backup manuale del database di WordPress da cPanel

La maggior parte delle buone società di hosting WordPress offrono anche modi più semplici per scaricare backup su richiesta. Ecco come puoi usarlo per fare un backup manuale del database di WordPress.

Accedi semplicemente al tuo pannello di controllo di hosting e scorri verso il basso fino alla sezione dei file in cui vedrai il pulsante BackupBluehost , SiteGround e HostGator hanno tutti opzioni simili.

Nella pagina dei backup, scorrere verso il basso fino alla sezione dei backup parziali e fare clic sul nome del database per scaricare il file di backup del database.

Puoi anche scaricare il backup dei tuoi file WordPress da questa pagina, se necessario.

Nota: puoi eseguire manualmente i backup del database di WordPress, ma tieni presente che non è un’alternativa a una soluzione di backup adeguata per il tuo sito WordPress.

Ci sono situazioni in cui potresti non avere affatto accesso al tuo database WordPress. Ad esempio se la tua società di hosting sospende il tuo account o perde i tuoi dati.

Un altro possibile scenario è quando un hacker ha iniettato dati nel tuo database WordPress, pulire un database infetto sarebbe molto più difficile.

Utilizza un plug-in di backup appropriato per archiviare automaticamente i backup del database di WordPress sul cloud. Ti consigliamo di utilizzare BackupBuddy, che crea e archivia automaticamente i tuoi backup su un servizio di cloud storage come Google Drive, DropBox o Stash.

E’ tutto. Speriamo che questa guida ti abbia aiutato a imparare come fare il backup WordPress per il tuo sito e ripristinare un backup facilmente. Potresti dare un’occhiata anche alla nostra guida completa alla sicurezza in WordPress.

Dichiarazione sulla trasparenza: il contenuto di B-Fast è supportato dal lettore, il che significa che se fai clic su alcuni dei collegamenti in questo post, potremmo guadagnare una piccola tassa di riferimento. Tieni presente che raccomandiamo solo prodotti che utilizziamo noi stessi e / o che riteniamo possano aggiungere valore ai nostri lettori.

Condividi questo contenuto!

Related Posts