guest-blogging

In questa guida al guest blogging ti spiegheremo cos’è e ti guideremo attraverso il processo di come pubblicare il tuo primo guest post.

Tutti parlano sempre di quanto sia utile il guest blogging per far crescere il tuo blog. Ma quando hai appena iniziato, può essere difficile sapere cosa devi fare per pubblicare il tuo primo guest post. Questo è il motivo per cui la nostra guida al guest blogging è qui.

La pubblicazione di guest post sul Web, ossia la scrittura di articoli per altri siti web, è un modo perfetto per espandere la tua portata e visibilità. Inoltre, non è difficile da fare, poiché molti blog e siti simili accettano contributi. Una volta che conosci il modo migliore per farlo, puoi trovarti rapidamente a posizionare con successo i guest post su base regolare.

Cos’è il Guest Blogging?

Guest blogging, chiamato anche guest posting, è l’atto di scrivere contenuti per il sito web di un’altra azienda. In generale, i blogger ospiti scrivono per blog simili nel loro settore al fine di:

  • Attirare il traffico sul loro sito web
  • Potenziare la loro autorità di dominio utilizzando backlink da domini di alta autorità
  • Aumentare la credibilità e la consapevolezza del marchio
  • Costruire relazioni con i colleghi nel loro settore.

Quasi sempre, il guest blogging offre vantaggi reciproci sia per il guest blogger che per il sito Web che ospita i contenuti degli ospiti. In altre parole, il guest blogging è una strada a doppio senso, quindi quando decidi di salire sul carro del guest blogging, dovresti considerare di includere anche i post dei guest blogger sul tuo sito web.

Perché il guest blogging è una strategia di marketing intelligente

Se gestisci un blog WordPress, probabilmente concentri molti dei tuoi sforzi sulla creazione di contenuti di qualità per il tuo sito. Allo stesso tempo, può essere intelligente scrivere contenuti destinati a essere pubblicati anche altrove.

Il guest blogging offre una serie di vantaggi chiave tra cui:

  • Espandere la visibilità e la portata del tuo marchio, presentando i tuoi contenuti a un nuovo pubblico.
  • Costruire relazioni con altri blog e siti nella tua nicchia.
  • Ricondurre le persone al tuo sito Web.

C’è molto da guadagnare pubblicando alcuni pezzi su siti esterni scelti con cura e niente da perdere se non un po’ di tempo.

Come pubblicare il tuo primo guest post (in 5 passaggi)

Ottenere un guest post collocato con successo può prendere un po’ di tempo e fatica. I blog popolari tendono a ricevere regolarmente molte richieste e invii. Se vuoi massimizzare le tue possibilità di successo, la seguente guida al guest blogging ti accompagnerà attraverso i passaggi più importanti da compiere.

1. Decidi un obiettivo per il tuo guest post

Come accennato in precedenza, ci sono molti potenziali vantaggi che puoi ottenere attraverso il guest blogging. Per ottenere il massimo da questa opportunità, è meglio scegliere un obiettivo specifico per ogni post. Quindi, utilizzerai questo obiettivo per guidare le decisioni che prendi su cosa scrivere, a quali blog avvicinarti e così via.

Alcuni potenziali obiettivi che potresti avere per il tuo guest post sono:

  • Aumentare la tua autorità / visibilità all’interno della tua nicchia.
  • Reindirizzare il traffico al tuo sito web.
  • Far conoscere alle persone un nuovo prodotto, servizio o altri sviluppi chiave.

Vale la pena notare che dovrai stare attento con l’ultimo obiettivo. La maggior parte dei blog che accettano guest post guardano con scetticismo ai contenuti troppo promozionali. È possibile utilizzare un guest post per accompagnare gli utenti alla conversione/vendita, ma è meglio lavorare naturalmente su una menzione del tuo prodotto o servizio, piuttosto che progettare un intero pezzo attorno a una recensione del prodotto.

2. Scegli il tuo blog di destinazione

Una volta che sai cosa stai cercando di ottenere, il passaggio successivo è trovare un sito da raggiungere. Ciò significa scegliere un blog specifico su cui desideri essere pubblicato.

È meglio iniziare generando un elenco di potenziali blog di destinazione, che puoi restringere in seguito. Per sviluppare questo elenco, ti consigliamo di controllare i tuoi blog preferiti, oltre a quelli più popolari tra il tuo pubblico.

Puoi anche utilizzare Google per cercare buone opportunità di guest blogging. Questo operatore di ricerca (termine di ricerca) è un buon inizio (assicurati solo di inserire la tua parola chiave):

"keyword + guest post by"

Una volta ottenuti alcuni obiettivi, ti consigliamo di cercare siti che accettano chiaramente i guest post. Nella maggior parte dei casi, ciò significa che hanno una pagina “Scrivi per noi” dedicata. Molti blog indicano anche nelle loro pagine di contatto o di informazioni se accettano o meno i post degli ospiti, il che semplifica l’eliminazione dalla lista.

Se non è chiaro se un particolare blog accetta i contributi degli ospiti, puoi controllare i loro post precedenti per vedere se sono stati scritti da una varietà di autori. In tal caso, è più probabile che almeno siano aperti alla possibilità. Tuttavia, ti consigliamo di contattare il sito e chiedere se sono interessati agli invii prima di procedere, in modo da non perdere tempo a scrivere contenuti per un blog che non lo desidera.

Quando hai a portata di mano un elenco completo di candidati, scegli quello in cui desideri maggiormente che venga pubblicato. Questo dovrebbe essere il blog migliore per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo. Puoi tenere le restanti opzioni a portata di mano per il prossimo guest post.

3. Sviluppa una proposta

A questo punto, molte persone sono tentate di cominciare subito a iniziare a scrivere il loro guest post. Tuttavia, prima di questo, è meglio assicurarsi che il tuo blog di destinazione sia effettivamente interessato all’argomento.

Per fare ciò, puoi scrivere una proposta di guest post. Questa è in genere una breve e-mail che consente al blog di sapere di cosa vorresti scrivere. Mentre scrivi la tua proposta, considera i seguenti elementi:

  • Sii breve: la maggior parte degli editori di blog non ha molto tempo. Includere il titolo dell’articolo proposto e uno o due paragrafi che riassumano di cosa si tratterà o uno schema molto conciso.
  • Controlla i requisiti per la pubblicazione di articoli come ospiti del blog (se possibile). Molti blog hanno una pagina che delinea le regole e le linee guida per i post degli ospiti, ad esempio quali tipi di argomenti sono accettabili e quali informazioni devono essere incluse nella proposta.
  • Se hai richieste particolari, chiariscile in anticipo.  Ad esempio, potresti voler assicurarti che sia incluso un link specifico che riconduca al tuo sito web, o forse desideri un sottotitolo con una breve biografia dell’autore. Assicurati di specificare questi elementi nella tua proposta, ma non chiedere troppo.

Se il blog a cui ti rivolgi ha una pagina di invio dedicata, troverai spesso un indirizzo email o un modulo di contatto che puoi utilizzare per inviare la tua proposta. Altrimenti, puoi controllare la pagina dei contatti generali del sito e metterti in contatto in questo modo.

4. Scrivi e invia il tuo guest post

Quando il tuo blog di destinazione ha indicato il proprio interesse per la tua proposta di guest blogging, è ora di mettersi al lavoro. Non ti diremo come scrivere effettivamente il post – è probabile che tu sappia già come mettere insieme alcuni contenuti di qualità.

Tuttavia, ecco alcune cose da tenere a mente durante il processo:

  • Tieni a portata di mano i requisiti del blog di destinazione e assicurati di coprire ogni base. Ciò può includere la strutturazione del tuo articolo in un modo specifico, incluse immagini di determinati tipi o dimensioni e così via.
  • Considera attentamente la lunghezza del tuo post. Se il blog di destinazione non ha specificato un conteggio delle parole, punta a un pezzo che sia pesante senza essere eccessivamente lungo. Da 1.000 a 2.000 parole sono spesso il giusto per un guest post.
  • Scrivi al pubblico principale del blog di destinazione. Questo potrebbe essere leggermente diverso dal tuo pubblico, quindi fai qualche ricerca se necessario e scopri cosa sanno e a cosa sono interessati.
  • Evita un linguaggio eccessivamente promozionale o “commerciale”. Ne abbiamo parlato prima, ma vale la pena ripeterlo. Menzionare il tuo sito web e i tuoi servizi spesso va bene, ma cerca di mantenere un tono neutro e concentrati sul fornire consigli o informazioni solidi piuttosto che fare una vendita.

Quando sei soddisfatto del post, puoi inviarlo al blog di destinazione tramite il suo metodo preferito. Potrebbe essere necessario attendere un po’ di tempo per una risposta, ma non aver paura di seguire periodicamente per vedere se è stato visto e per chiedere quando verrà pubblicato.

5. Promuovi il guest post pubblicato

Se tutto è andato bene, il blog di destinazione pubblicherà il post inviato. Tuttavia, il tuo lavoro non è ancora finito.

Per ottenere il massimo dal tuo guest post, assicurati che il maggior numero di persone lo veda. Per questo motivo, l’ultimo passaggio di un corretto processo di guest blogging è promuovere il pezzo una volta pubblicato.

Puoi farlo:

  • Creando un breve post sul tuo blog, far conoscere ai lettori il nuovo contenuto e fornire un collegamento.
  • Condividendolo su tutti i tuoi profili sui social media.
  • Invio di un messaggio alla tua mailing list.

Inoltre, tieni d’occhio il post finché è fresco e assicurati di rispondere al maggior numero possibile di commenti dei lettori. Coinvolgere il pubblico del blog di destinazione è un modo intelligente per prolungare la vita del tuo guest post il più a lungo possibile.

Può essere facile concentrarsi solo sul proprio blog e sui propri contenuti. Tuttavia, se vuoi davvero far crescere il tuo pubblico e la tua reputazione, dovrai essere visibile in più posti sul web. Fare guest blogging creando guest post di qualità e pubblicandoli sui siti chiave è il modo perfetto per farlo.

Una volta che inizi a ottenere risultati dai tuoi sforzi di guest blogging e guadagni autorità, puoi cominciare a valutare anche tu stesso l’accettazione di guest post sul tuo sito.
E’ tutto. Speriamo che questa guida al guest blogging ti abbia fatto capire cosa è e il processo da seguire per creare il tuo primo guest post.

Dichiarazione sulla trasparenza: il contenuto di B-Fast è supportato dal lettore, il che significa che se fai clic su alcuni dei collegamenti in questo post, potremmo guadagnare una piccola tassa di riferimento. Tieni presente che raccomandiamo solo prodotti che utilizziamo noi stessi e / o che riteniamo possano aggiungere valore ai nostri lettori.

Related Posts